Con l’approvazione della Banca d’Italia – prima licenza SICAF retail nella storia – entra nel vivo il progetto di “capitalismo per tutte e tutti” ideato nel 2020 da Claudio Scardovi
 

Innovativa, HOPE lo è stata fin dalla sua ideazione, all’inizio del 2020 a opera di Claudio Scardovi, quando all’economista, manager, imprenditore e docente universitario imolese era stato suggerito, assieme a molti altri, di elaborare possibili risposte ai drammatici impatti economico-sociali causati dal Covid-19. Da quelle riflessioni iniziali si è poi sviluppato un pensiero più strutturato in grado di cogliere “l’opportunità nella crisi”, trasformando l’economia e la società dell’Italia attraverso la valorizzazione dei suoi asset reali.
Fondata come Spa e SB (Società Benefit) nel febbraio 2021, HOPE ha da poco ottenuto dalla Banca d’Italia la prima licenza SICAF retail della storia della Repubblica Italiana. Si connota oggi come una piattaforma innovativa di investimento “equity” e “quasi-equity”: un investitore di lungo periodo di capitali privati nell’economia italiana con ambiziosi obiettivi ESG, che offre anche al pubblico retail l’opportunità di investire nel Sistema Italia.

Cittadine-azioniste

L’obiettivo è convogliare il risparmio privato degli investitori istituzionali e delle famiglie italiane per investimenti in imprese e città ad alto potenziale. Un “capitalismo per tutte e per tutti” che intende porre le cittadine-azioniste al centro della progettazione del futuro dell’Italia in chiave sostenibile, mettendo d’accordo amore per la Patria, coscienza civica e interessi economici.
Oggi il risparmio delle famiglie italiane è pari a circa 4,7 trilioni di euro, mentre il debito pubblico è di circa 2,6. HOPE si candida a raccogliere una parte delle ingenti risorse riferite al risparmio privato per poi investirle come “equity” su due punti di forza della nostra società e della nostra economia: le imprese e le città (intese come mix di interventi di investimento su real estate e infrastrutture tech/green a supporto). Quanto alle prime, la strategia “Competitive corporates” prevede investimenti in PMI italiane d’eccellenza e a supporto della loro crescita, consolidamento, “trasformazione digitale”, “conversione verde”, internazionalizzazione e con ideale valorizzazione dell’investimento tramite la quotazione su Borsa Italiana. Con “Sustainable cities”, invece, si investirà nelle città e nei territori italiani a supporto di progetti di rigenerazione e sviluppo urbano, con investimenti in real estate e infrastrutture digitali ed ecosostenibili a supporto dell’attrattività e competitività delle aree urbane.

La composizione

Hope si qualifica come PIR Alternative ed è una Società Benefit (B-Corp pending). Claudio Scardovi si avvale del supporto di un gruppo di importanti istituzioni finanziarie, famiglie imprenditoriali e noti accademici e professionisti italiani di grande reputazione. Nessun azionista detiene una quota che supera il 15%. I soci fondatori hanno inizialmente capitalizzato HOPE per circa 15,7 milioni e contribuiranno direttamente e indirettamente alla raccolta di capitale, con ipotesi di listing su Borsa Italiana e un primo target di raccolta per 500 milioni.
Il Board di HOPE è composto da sette membri di cui sei “non executive” a tutela degli obiettivi di Società Benefit ed ESG della società e a garanzia degli azionisti e investitori: Stefano Caselli (Presidente), Claudio Scardovi (Amministratore Delegato), Francesco De Giglio, Mauro Del Rio, Nunzio Luciano, Alessandra Manuli e Lucrezia Reichlin.
Ad affiancare l’attività del Board, il Comitato di Sostenibilità con sei membri: Cristiana Capotondi, Bali Lawal, Anna Gervasoni, Larissa Iapichino, Carlo Ratti, Cinzia Tagliabue (un settimo membro del comitato verrà identificato nelle prossime settimane). Il Comitato di Sostenibilità ha un ruolo consultivo, fornendo indicazioni al Board ed ai Team d’Investimento sulle migliori opportunità per la realizzazione degli obiettivi B-Corp e ESG.
HOPE è un acronimo che sta per Holding di Partecipazioni Economiche. Ma a nessuno sfugge l’importanza del significato che questa parola ha in inglese: speranza.

Scarica il comunicato stampa

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy